Grampo grigio
Scritto da Guido Marino   
Venerdì 08 Maggio 2009 21:30

Grampo grigio

(Grampus griseus - Cuvier, 1812)

img18.jpg
Classificazione
Ordine Cetacea - Sottordine Odontoceti - Famiglia Delphinidae
Dimensioni/Peso
adulto: da 3,5m a 4,3m massimo. Peso mesio da 300 a 400Kg conun massimo di 600Kg. Il piccolo misura 1,5m
Aspetto
Corporatura più tozza rispetto agli altri delfini, presenta una colorazione con fondo grigio a tonalità  variabili da girgio chiaro ad ardesia scuro, con dei graffi bianchi che si accumulano sulla superficie corporea nel corso della vita. Il piccolo alla nascita è di colore grigio chiaro uniforme mentre negli individui più vecchi la livrea tende a divenire più chiara con l'età sino ad apparire quasi bianca. Il capo è arrotondato con un solco longitudinale che lo suddivide in due lobi simmetrici appena abbozzati e con il melone che scende direttamente sull'apice del muso senza traccia di rostro. La mascella superiore è leggermente prominente rispetto a quella inferiore, inoltre la bocca ha un caratteristico "ghigno", essendo incurvata verso l'alto. Pinna dorsale mediana alta e falcata (caratteristica più proninciata nei maschi che nelle femmine), le pettorali sono appuntite ed allungate. Le appendici (pinna dorsale, pinne pettorali, e pinna caudale) tendono ad essere più scure, rispetto al resto del corpo.
Comportamento

Vive in genere in piccoli gruppi di 3 - 50 individui, che si creano in corrispondenza della scarpata continentale. La composizione dei branchi sembra essere di emplari di tutte le età  e di entrambi i sessi. E' stato osservato anche un "super-gruppo" di 4000 individui. Queste grandi concentrazioni di individui probabilmente vanno messe in relazione ad abbondanti risorse trofiche.
Verso l'uomo mantiene un atteggiamento mediamente indifferente se non diffidente. Occasionalmente può avvicinarsi alle imbarcazioni per giocare brevemente con l'onda di prua.

Habitat
Pelagico, in acque profonde, tropicali o temperate (temp. minima 10°C). Predilige le zone, anche costiere, con scarpata ripida.
Alimentazione
Si ciba principalmente di molluschi cefalopodi, tra i quali predilige i Calamari.
Longevità
non nota
Migrazioni
Le abitudini migratorie di questa specie sono tuttora ignota. Quello che ormai è stato appurato è che nell'Atlantico e nel Pacifico settentrionali, durante i mesi estivi alcuni grampi si spingono verso nord, facendo ritorno nelle acque più calde d'inverno. Lo stesso avviene in Europa, dove la specie spesso evidenzia dei movimenti stagionali, d'estate frequenta le acque limitrofe alla Scozia e d'inverno il Mediterraneo.
Distribuzione
Acque tropicali, sub-tropicali e temperate
Predatori
Non sono stati fin'ora riscontrati casi di predazione subita dal grampo, attualmente il pericolo più consistente appare essere l'uomo. In Mediterraneo la cattura accidentale nelle reti da pesca è la maggior causa di mortalità. Gli spiaggiamenti collettivi sono molto rari, in genere si tratta di individui isoltai o al massimo gruppi non molto numerosi al massimo di 5-6 individui.
Profilo immersione
Profilo_Grampo.jpg
Immersione
30 minuti in media